LA RELIGIONE SECONDO IL MARXISMO-LENINISMO

11 Luglio 2020 Off di Acciaio

Admin: Acciaio

Partendo dal presupposto che ognuno è libero di credere in ciò che vuole, bisogna comunque cercare di spiegare al mondo che cosa è la religione secondo il marxismo-leninismo.

Secondo il marxismo-leninismo la religione serve a promuovere l’accettazione passiva da parte di una persona del proprio sfruttamento.

La persona accetta questo mondo con la speranza di ricevere una ricompensa nell’aldilà.

Secondo Lenin, inoltre, la religione è l’oppiaceo psicologico che priva gli uomini della propria volontà.

È risaputo che la Chiesa ortodossa appoggiava lo zar, come la Chiesa cattolica appoggia la democrazia occidentale.

Per il motivo sopra citato, l’ateismo diventa un mezzo della lotta di classe per invalidare l’autorità della classe dirigente.

Per la cronaca vi ricordo che la Chiesa cattolica fece anche accordi con il fascismo.

In un mondo comunista, la libertà religiosa personale è sacrosanta (nella Costituzione Sovietica del 1936 era consentita), ma deve essere vietata la propaganda religiosa e deve essere promosso l’ateismo.