Sandro Pertini: un uomo presidente.

8 Luglio 2020 Off di voyager
Sandro Pertini
Sandro Pertini

Sono passati 42 anni dal quel grande giorno.
Quasi mezzo secolo, da quando l’Italia si trovava proiettata nel futuro …

…oggi dopo tutto questo, il futuro lo stiamo vivendo insieme.
E fortunatamente, viviamo in un tempo in cui le diseguaglianze tra strati sociali sono state colmate, fino a far dimenticare che siano mai esistite delle classi.

Cosi come le diseguaglianze di classe abbiamo colmato anche le diseguaglianze razziali .
Tanti vero vi state chiedendo cosa e’ una razza?
Eh quella parola carica di odio, come si pronuncia? Razz…boh, io non me lo ricordo più.

A dimenticavo, anche tutte quelle differenze fra il Nord ed il Sud sono state cancellate.
Non abbiamo più differenze infrastrutturali e di servizi essenziali.

Il Ponte di Messina e’ stato costruito.

L’alta velocità esiste ovunque, si ok tranne la TAV , quella non l’abbiamo fatta (anche perché pure il nome era sbagliato), però ce ne siamo fatti una ragione.

Abbiamo ospedali ovunque e un assistenza sanitaria totalmente gratuita,
non come quando arrivò quella maledetta malattia che si porto via 34000 dei nostri nonni, delle nostre nonne, dei nostri padri delle nostre madri, dei nostri zii, dei nostri amici, la metà solo in Lombardia.

Se non fosse per [driiiiiinnnnn …….driiiiiiiinn…..driiiiinnnn] ….

……la sveglia , cavolo la sveglia.

E si, se non fosse un sogno, dopo l’elezione di Sandro Pertini al Quirinale oggi vivremmo in un mondo migliore.

Dopo l’elezione del primo Presidente della Repubblica socialista.

Dopo l’elezione di un eroe.

Un uomo che il presidente non voleva nemmeno farlo.

Un patriota e partigiano perseguitato ed imprigionato per il suo attaccamento alla libertà per ben due volte:

  • prima i fascisti, prigione e confino;
  • poi le SS con condanna a morte, ma lui ostinato scappa prima di essere ucciso insieme a Saragat .

Un uomo che osteggiava la guerra, ma che comunque trovandovisi in mezzo, sapeva sempre da che parte stare.

Quella giusta.
Dalla parte del Popolo.

Chiedendoci come abbiamo fatto a rovinare un cosi bel sogno,
vi lasciamo con questo video a lui dedicato.

Grazie Sandro !