LA MORTE DELLA MENTALITÀ DEL PROFITTO

30 Aprile 2020 Off di Acciaio

Autore: Acciaio

Immagine gratuita di banconote, budget, commercio, contabilità

La mentalità capitalista è una: trarre profitto da qualsiasi cosa.

Questa mentalità egoista porta solamente allo sgretolamento ed alienazione degli ultimi della società; chi ha la possibilità di sfruttare sfrutta, mentre gli sfruttati sono condannati ad una vita di difficoltà e stenti.

Con questa mentalità egoista, lo Stato borghese e capitalista sarà sempre composto da un ammasso di individualità che spingono ognuno verso direzioni differenti.

L’unica classe che può “ribaltare il tavolo” è quella degli sfruttati.

Estirpando la logica del profitto, tutti i lavoratori diverrebbero dipendenti dello Stato, il plusvalore preso dal loro lavoro andrebbe a finire….AI CITTADINI STESSI, POICHÉ LO STATO SIAMO NOI!

Il plusvalore, invece che essere sperperato in vizi o (peggio) inviato in qualche paradiso fiscale, sarebbe utilizzato per migliorare lo Stato sociale (istruzione, sanità ecc…)

Inoltre il popolo lavorerebbe con un rinnovato spirito innovativo poiché lo farebbe meglio e con un profondo senso di orgoglio: IL LAVORO DEL POPOLO SERVIREBBE REALMENTE A MIGLIORARE IN MODO EQUO LA SOCIETÀ.

Vi faccio un esempio:

SE NEL LUOGO DOVE LAVORO SCOPRISSI UN METODO PER MIGLIORARE LA PRODUTTIVITÀ, E LA MIA AZIENDA FOSSE STATALE, NON CHIEDEREI NEMMENO UNA LIRA PERCHÉ LA MIA INVENZIONE/METODO ANDREBBE A SERVIZIO DELLO STATO (OVVERO NOI) E NON DEL PADRONE!

W I LAVORATORI