UN CATEGORICO NO ALLA GUERRA IMPERIALISTA

26 Aprile 2020 Off di Acciaio

Autore: Acciaio

Lavoro e libertà si oppone fermamente a qualsiasi tipo di guerra imperialista!

In qualsiasi conflitto, nel corso della storia, si sono trovate le scuse più disparate per manovrare l’opinione pubblica al fine di farne accettare i sacrifici e le conseguenze.

Una sola cosa è certa:

GLI UNICI A RIMETTERCI SONO SEMPRE I LAVORATORI!

Durante le guerre mondiali e conflitti tra Stati nazionali padroni e banchieri (dei paesi capitalisti) si arricchivano producendo armi, rifornimenti, finanziando Stati ecc… mentre al fronte milioni di contadini e operai erano carne da cannone.

Fratelli lavoratori si massacravano esclusivamente per la sete di potere di pochi potenti.

Nel fronte interno, invece, milioni di uomini e donne lavoravano allo sfinimento per rifornire di viveri e armi i disgraziati mandati al fronte.

Nelle guerre attuali migliaia di nostri soldati vengono mandati a morire in ogni angolo del mondo con la scusa del “peacekeeping”, mentre nella realtà dei fatti sono inviati per difendere gli interessi dei plutocrati.

Nel 2019 le missioni all’estero ci sono costate poco più di 1 miliardo di €; le spese militari italiane per la NATO invece ammontano, dato 2016, a circa 20 miliardi di €.

Anche nelle missioni italiane all’estero sono i lavoratori a rimetterci; tutti questi miliardi di € potrebbero essere spesi in sanità, istruzione, politiche per aumentare i posti di lavoro, pensioni, sostegno ai disabili ecc… Ed invece vengono utilizzati per finanziare la guerra imperialista.

NO ALLA GUERRA! NO ALLE MISSIONI ESTERE!

W I LAVORATORI!

Fonti per acquisizione dati spese militari e costo annuo Nato:

(//www.dirittiglobali.it/2019/06/nel-2019-oltre-un-miliardo-per-le-missioni-militari-allestero-spiccioli-per-la-cooperazione/) (https://www.fronteampio.it/nato-allitalia-costa-20-miliardi-lanno-meglio-uscirne/)